Blog

Ferrari 458, la 8 cilindri della casa del cavallino rampante

Ferrari 458, la 8 cilindri della casa del cavallino rampante

Con la 458 c'è stato un ritorno alle sigle adottate nel passato, in cui la cifra finale stava per il numero dei cilindri mentre le prime due indicavano la cilindrata della vettura. Quindi la Ferrari 458 è una berlinetta con motore 4500 cc di cilindrata e 8 cilindri, disposti a V. Il telaio della Ferrari 458 è realizzato con concezioni aerospaziali, in lega di alluminio. Le sospensioni anteriori sono realizzate a triangoli sovrapposti, mentre le posteriori sono di tipo multi link. Si tratta di una vettura dalle dimensioni contenute, con 4.527 mm di lunghezza, 1.937 mm di larghezza e 2.650 mm di passo, e dal peso ridotto di kg 1.485 in ordine di marcia. Il propulsore della Ferrari 458 è un gioiello tecnologico potente e ben progettato, con un rapporto di compressione molto elevato (12,5:1). Si tratta di un 8 cilindri a V disposti a 90°con cilindrata pari a 4.500 cc, installato in posizione posteriore-centrale. A 8000 giri vengono erogati ben 570 cv di potenza, che arrivano a 605 nella versione 458 Speciale, mentre la coppia massima è di 540 Nm per entrambe le versioni. Il cambio rimane lo stesso in tutte le versioni, un elettroidraulico DCT robotizzato a doppia frizione e a sette marce. Grazie alla sua potenza e al contenimento del peso, la Ferrari 458 tocca una velocità massima di 325 km/h e raggiunge i 100 km/h in soli 3,4"per la 458 Italia, e in meno di 3" per la 458 Speciale. Ferrari produce quattro versioni della 458 in versione stradale, acquistabili da listino: la 458 Italia, la 458 Spider, la 458 Speciale e la 458 Speciale A. Sotto il profilo del design della carrozzeria, la 458 Spider è la versione senza tettuccio della 458 Italia, mentre la 458 Speciale A è la versione aperta della 458 Speciale. Il design della 458 Italia, prima versione ad essere commercializzata, ha colpito sin da subito per le linee morbide ma estremamente ispirate alle auto da corsa. I grandi fanali a led posizionati verticalmente, i 3 scarichi posteriori centrali, i grandi cerchi da 20" e un'altezza di soli 121 cm da terra la rendono un'auto davvero estrema e performante, molto equilibrata. La versione 458 Speciale propone un design ancora più estremizzato, essendo di fatto l'erede della fortunata F430 Scuderia. Oltre quindi alla motorizzazione rivista per essere più potente, la 458 Speciale porta innumerevoli variazioni stilistiche, tutte accordate con Pininfarina al fine di implementare e migliorare l'aerodinamica. Frontalmente, la Ferrari 458 Speciale si distingue dalla versione Italia per le ampie prese d'aria sul cofano e per il paraurti, ora dotato di aerodinamica attiva. Nel posteriore è stata modificata la disposizione degli scarichi, resa più simile alla F430 Scuderia, ed aggiunti anche qui elementi di aerodinamica attiva.

Presentazione della Ferrari 458, berlinetta attenta ai consumi

La Ferrari 458 è stata presentata in anteprima mondiale tramite web nel luglio del 2009, mentre la prima apparizione ufficiale destinata al grande pubblico è avvenuta al Salone di Francoforte nel settembre dello stesso anno, riscuotendo un grande successo in termini di gradimento. Con la Ferrari 458 la casa automobilistica di Maranello dedica molte risorse ricerca per la riduzione dei consumi e dell'impatto ambientale delle emissioni della vettura. È per questo che è possibile acquistare qualsiasi modello della 458 in versione normale o in versione HELE (High Emotion Low Emission), che grazie ad una particolare gestione elettronica è in grado di ridurne i consumi e di conseguenza le emissioni di CO2.

La Ferrari 458 nelle sue edizioni limitate

La Ferrari 458 è disponibile sul mercato dal 2009 in versione Italia, dal 2011 in versione Spider, dal 2013 in versione Speciale e dal 2014 in versione Speciale A. Esistono poi alcune versioni uniche o limitatissime, che differiscono in pochi particolari dalle versioni originarie, come la Ferrari SP12EC, la Pininfarina Sergio e la 20th Anniversary Special Edition. La Ferrari SP12EC è uno one-off commissionato dal cantante Eric Clapton al Centro Stile Ferrari e a Pininfarina, derivato da una 458 Italia rivisitata nel design della carrozzeria, con richiami alle berlinette Ferrari degli anni 80. La Pininfarina Sergio è una barchetta derivata da una 458 Spider, realizzata in omaggio del famoso designer italiano con linee richiamanti le vettura da competizione degli anni 70. La 20th Anniversary Special Edition è stata realizzata in soli 20 esemplari derivati dalla 458 Italia come commemorazione del ventesimo anniversario della vendita della prima Ferrari in Cina. Esiste infine un'ultima versione, la super sportiva 458 Challenge, destinata a competere appunto nel campionato monomarca Ferrari Challenge. Con questa versione anche la 458 entra a far parte delle competizioni ufficiali Ferrari, sulla scia delle precedenti 348, 355, 360 e F430. La Ferrari 458, nelle sue numerose versioni, è stata ideata e progettata come una vettura da produrre in grandi numeri. Dal 2009, anno di inizio della commercializzazione del modello, le vendite non hanno deluso, riscontrando un mercato interessato e sempre ricettivo nei confronti delle nuove versioni 458. Il mercato dell'usato della Ferrari 458 è molto vivace, è possibile acquistare una vettura dal basso chilometraggio ad un prezzo davvero competitivo rispetto al nuovo. Grazie ad un modello pienamente riuscito ed apprezzato da tutti gli estimatori della casa del cavallino e non, le 458 usate in ottime condizioni sono facilmente commercializzabili in tutto il mondo.

ULTIMI POST

Ferrari 458, la 8 cilindri della casa del cavallino rampante

Con la 458 c'è stato un ritorno alle sigle adottate nel passato, in cui la cifra finale s ...

Ferrari 488 GTB: l’era del turbo per il Cavallino

Con la 488 GTB Ferrari ha scritto un nuovo capitolo della sua storia, tornando a proporre ...

Ferrari California La prima cabrio-coupé della Casa di Maranello

Altra grande innovazione, che la rende una Ferrari unica e molto ambita tra i collezionist ...

Porsche 911 La mitica sportiva di tutti i giorni

Furono costruiti 111.995 esemplari della 911 originale, originariamente conosciuta come 90 ...

Nuova Lamborghini Huracán EVO RWD

La Huracán EVO a trazione posteriore pone il conducente al centro dell’esperienza di gu ...

DICONO DI NOI

  • Happiness does not come from doing easy work but from the afterglow of satisfaction that comes after the achievement of a difficult task that demanded our best. Theodore Isaac Rubin
  • Happiness does not come from doing easy work but from the afterglow of satisfaction that comes after the achievement of a difficult task that demanded our best. Theodore Isaac Rubin
  • Happiness does not come from doing easy work but from the afterglow of satisfaction that comes after the achievement of a difficult task that demanded our best. Theodore Isaac Rubin
scroll up